Attualità
Ritorno
  Attualità
  Allevamento
  Sapori selvaggi
  Caccia avventura
  Tassidermia
  Contatto

01-07-2010
STAGIONE 2009-2010
STAGIONE 2009-2010
STAGIONE 2009-2010 STAGIONE 2009-2010
Vecchie attualità
01-07-2010
STAGIONE 2009-2010
01-07-2009
STAGIONE 2007-2008
01-07-2008
STAGIONE 2007-2008
01-07-2007
STAGIONE 2006-2007
01-07-2006
STAGIONE 2005-2006
2009/2010 Anno di scoperta di nuovi siti come il "territorio nord-est" in Canada, "l'Aberdeenshire" in Scozia, o la regione di S.Pietroburgo in Russia.Ci siamo personalmente resi conto sul posto al fine di verificare la serietà dei nostri associati. Verdon Wild Life resta sopratutto un ripetitore tra i cacciatori vaganti alla ricerca di nuove emozioni, ed ai locali far scoprire la loro terra natale.

EUROPA :
Luglio annuncia l'inizio degli amori del capriolo, con in prospettiva qualche bella uscita di caccia. Si pratica la caccia nel sud-est e nel sud-ovest della Francia, su dei territori di pianura e di montagna. Una novità di quest'anno è stata l'apertura del moors scozzesi. Una caccia di avvicinamento in un biotopo misconosciuto ma altrettanto molto piacevole. Numerosi animali sono presenti in mezzo alle grouses ed alle lepri variabili, una buona condizione fisica è necessaria per percorrere in su e in giù le colline in mezzo alla brughiera inzuppata. Ottobre arriva e con lui il bramito del cervo che ha permesso quest'anno la raccolta di grandi esemplari, tra cui un soggetto di più di 260 punti CIC. Il calore del muflone fu corto ma molto intenso con degli animali molto attivi.Una gestione rigorosa è stata applicata sui cinghiali con delle consegne di battuta che lasciano sott'intendere una prossima stagione ricca di animali. Due territori spagnoli sono stati visitati per nostra cura per la caccia delle famose pernici iberiche e della mitica "capra ispanica".

AMERICA :
Luglio 2009, il sogno si avvicina: Dopo 2 giorni di viaggio, 4 aerei e un elicottero, arriviamo finalmente al campo base situato nel nord-est in terra canadesa: Là le nostre guide ci attendevano per ripartire la mattina dopo verso una valle alla ricerca del muflone bianco il "Dall Sheep". L'eleicottero ci deposita a coppie ( 1 cacciatore + 1 una guida ) al fondo di una valle che sarà il nostro territorio di caccia per parecchi giorni. Un sommario campo base viene allestito e la ricerca dei mufloni può cominciare. Un gruppo di femmine viene osservato, poi 5 maschi a circa 1,5 km.
In questo periodo è possibile cacciare 24 ore su 24 ma dobbiamo attendere il mattino dopo di giorno per sbarcare e cominciare a cacciare, così è la legge canadese.
Il mattino dopo alle 5, iniziamo una lunga marcia in direzione dei mufloni osservati la sera precedente. Durante il giorno la piccola mandria di mufloni non sarà più ritrovata, ma solamente qualche femmina e dei giovani. La guida mi rassicura spiegandomi che gli stessi sono sicuramente passati dall'altro versante della montagna, versante che non abbiamo tempo di esplorare.
Il giorno dopo cominciamo una nuova ascesa per provare a ritrovare lo stesso gruppo di maschi osservati quasi 2 giorni prima. La speranza oramai comincia a diminuire, quando la guida mi fa segno di abbassarmi, ed i miei occhi si portano subito su delle tacche bianche a circa 500 m da noi, più in basso nella vallata. Il lungo conferma la presenza di 5 maschi tra cui uno con un trofeo rimarchevole. Due ore più tardi il muflone è ai mei piedi con un trofeo superiore ai 40 pollici, che è stato giudicato tra i più belli della stagione. Ricordo indimenticabile.
L'organizzazione , molto professionale, ha proposto di cacciare anche la capra bianca, l'alce, l'orso nero e il caribou di montagna. Certi animali potranno essere cacciati anche in combinazione tra di loro durante lo stesso soggiorno. Prenotiamo immediatamente un incontro per il 2012 per una partita di caccia all'alce gigante.

AFRICA :
In Burghina una abbondante quantità di acqua all'inizio della stagione ha reso la caccia un pò più difficile, ma delle grosse concentrazioni di bufali sono state osservate, permettendo a qualche cacciatore di prelevare i loro animali, kobas, waterbucks ed altre antilopi si possono incontrare ogni giorno.
Nella caccia della piccola selvaggina, delle quantità di anatre come non mai si sono osservate prima e poi trovate sulla diga della Kompienga, situata a qualche chilometro dal campo di caccia.
La Namibia è sempre fedele a se stessa. Questo paese vi permetterà di conciliare, se lo desiderate e perchè non con la famiglia, un soggiorno di caccia e di distensione con la scoperta di numerose ricchezze, quali " il deserto di Namib" , "il parco di Etosha", con la possibilità di praticare la pesca.
La Tanzania resta la terra dei grandi safari. Con più di 3 milioni di ettari tra Selous e la terra dei Masai e una dozzina di campi di nostri associati, è una delle più vecchie compagnie di safari della Tanzania. Elefanti (grossi portatori di zanne con circa 37 kg la passata stagione), leoni dalla criniera. leopardi, bufali cafro, eland, sables, koudous ... vi verranno incontro.

ASIA :
Abbiamo ricevuto dei clienti russi durante l'inverno scorso, nel nostro territorio dell'alto Var, ed abbiamo preso contatto con una loro conoscenza per andare ad ascoltare nel mese di maggio il canto stregato del gallo cedrone. Incontro ai primi di maggio all'areoporto di S. Pietroburgo. Il territorio di caccia è situato tra i 100 ed i 300 km dalla città.Si trovano galli cedroni, forcelli, gelinotte, beccacce, ma anche grossa selvaggina quali l'alce europea e l'orso bruno. Nel mese di maggio solo la caccia del gallo cedrone è autorizzata. Per questo motivo ci siamo concentrati su questo tipo di caccia, nuova per i cacciatori che siamo e ben sorprendente. Durante la parata nuziale i maschi emettono un canto assomigliante al suono del tappo all'apertura di una bottiglia. Alla fine di questo, che dura qualche secondo, il canto cambia di tonalità per assomigliare a un cracotement. In questo preciso momento il gallo diventa sordo e cieco per circa 3 secondi. E' allora che il cacciatore deve avanzare di qualche passo. L'operazione viene ripetuta parecchie volte per cercare di arrivare sotto all'animale che generalmente si trova arrampicato a circa 15 m dal suolo.Abbiamo potuto osservare un considerevole numero di maschi, fino a 18, che cantavano nello stesso posto.
Una caccia atipica, da scoprire.
 
© VerdonWildLife 2005 - photos & textes - tous droits réservés
Mentions légales - Politique de confidentialité